BANNER ANZIANI

SHIATSU A PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER ED ALTRE FORME DI  DEMENZA
PRIMA PARTE DEL TRATTAMENTO

La sequenza che utilizziamo per le persone affette da Alzheimer è praticabile per quelle che possono stare sul lettino.

Per le persone costrette a stare sedute, considereremo un trattamento diverso. Lo esporremo appena di seguito.

Di solito si tende a trattare il meridiano di Vaso Governatore in posizione prona. Ciò permette di effettuare correttamente le pressioni sul dorso, ma può creare qualche difficoltà al ricevente nel mantenere questa posizione, specialmente in caso di dolore al collo o alla zona lombare.  
In questo caso ci troveremo a dover lavorare con il ricevente in posizione laterale. In tal modo il tratto cervicale non è in rotazione e la zona inferiore della schiena rimane più distesa. Per facilitare la pressione, ruotiamo all’esterno la gamba del ricevente con il ginocchio piegato a 90 gradi e accompagniamo il suo busto leggermente in avanti per consentire la migliore esposizione dell’intero meridiano.

Per prima cosa si procede con i punti di apertura del meridiano: contattiamo i punti di IT 3 e VU 62 in controlaterale. Stiamo e ripetiamo il contatto per tre/quattro volte. Ripetiamo lo stesso trattamento dall’altro lato. Per stabilire un primo contatto del Meridiano, con il palmo della mano, percorriamo tutta la colonna vertebrale. Procediamo con il trattamento premendo su tutti gli spazi tra una vertebra e l’altra fino alla base della nuca. 
Sarà però più efficace il trattamento proseguendo con le modalità di seguito riportate.
Contattiamo VG 2 mantenendo la pressione sul punto. Proseguiamo contattando il meridiano, soffermandoci su VG 4. Riprendiamo il percorso del Du Mai,  soffermandoci su VG 9VG 10VG 12 e VG 14. Eseguiamo pressioni sul punto di VG 16, proseguendo poi con VG 20, fino ad arrivare al punto di VG 23.
Dopo aver trattato tutto il meridiano, al fine di distendere la colonna, posizioniamo una mano nella zona del sacro ed una mano sulla zona dell’occipite e restiamo in ascolto per un po’. Dopo di che invitiamo il ricevente ad assumere la posizione supina.
Procediamo contattando tutta la zona sotto la cresta occipitale nei punti: VU 10, VB 20, VB12 e VG16. Proseguiamo il trattamento esercitando la pressione su VU 1 e, poi, da ST1 a ST4.  Scendiamo, infine, sul collo con pressioni che vanno da ST 11  a ST 9.

SECONDA PARTE DEL TRATTAMENTO

Con il ricevente in posizione supina, procediamo il trattamento contattando il Meridiano di Vaso Concezione.
Iniziamo contattando i punti di apertura del meridiano P 7 e R 6 in contro laterale. Ripetiamo il contatto per tre/quattro volte per, poi, rifare la stessa cosa dall’altro lato.
Poi contattiamo con il palmo della mano tutti i punti da VC 2 a VC 22.
Proseguiamo il trattamento posizionandoci sul punto di VC 2, che si trova sul punto superiore della sinfisi pubica e facciamo delle leggere pressioni. Importante sarà soffermarci sui punti di VC 4, situato a 3 cun sotto l’ombelico (punto di riunione con i meridiani principali di FegatoMilza e Reni) e VC 6 (ad 1,5 cun sotto l’ombelico) che è punto di focalizzazione del QI vitale dell’uomo.
Altro punto molto importante è VC 8, localizzato al centro dell’ombelico.
Proseguiamo il trattamento portando una leggera pressione con il pollice sui restanti punti di Vaso Concezione. Quando ci troveremo all’altezza di VC 15, per eseguire questa ultima sequenza possiamo girarci, posizionandoci dietro la testa del ricevente, fino ad arrivare a VC 22.
Ultimato il trattamento del meridiano, posizioniamo una mano su VC 8 e l’altra dietro la testa all’altezza dell’occipite. Restiamo in ascolto. Dopo, la mano in contatto con l’occipite la posizioniamo su VG 4 (si trova a contatto dello spazio fra la seconda e la terza vertebra lombare = ming men) su cui ci soffermeremo per alcuni secondi. Possiamo concludere il trattamento spostandoci ai piedi del ricevente e trattando i vari punti localizzati sotto la pianta,  prestando particolare attenzione a R 1.

 

Meridiano di Vaso Governatore (Du Mai)

du-mai-medical-thangka

 DECORSO: E’ dotato di 28 punti. Si manifesta all’esterno del corpo al centro tra ano e punta del coccige (VG 1).

Sale lungo l’asse centrale della schiena tra le natiche, lungo le vertebre sacrali, lombari, dorsali e cervicali, raggiungendo la base del cranio. Prosegue sulla testa, lungo l’asse centrale fino alla sommità centrale del cranio. Scende sulla fronte e decorre lungo il naso, fino a raggiungere la base del labbro superiore (VG 27).
Termina sulle gengive superiori nella giunzione tra gengiva e frenulo (VG 28).

FUNZIONE: Du Mai, insieme a Ren Mai, fa parte del sistema degli 8 Meridiani Straordinari. La funzione di tutti i Meridiani straordinari è quella di fungere da diga di conservazione della Yuan Qi (il Qi ancestrale), dove attingere nei momenti di bisogno. Quando in un Meridiano si condensa troppa energia, in automatico questa viene assorbita e conservata all’interno degli 8 Meridiani Straordinari, per poi essere restituita quando il sistema energetico dei 12 Meridiani principali ha qualche deficit e ne richiede l’intervento.

Il legame tra Ren Mai, Du Mai e Rene, si concretizza sin dalla nascita. Quando l’infante nasce gli unici meridiani esterni formati sono appunto Rene, Vaso Governatore e Vaso Concezione. In seguito, da questa impalcatura base vanno a formarsi i successivi canali.

 

 

Du Mai viene chiamato anche Mare dello Yang. E’ un luogo di riserva e concentrazione di tutte le energie Yang dell’individuo. Come per Ren Mai, anch’esso è ancorato ai Reni e viene solitamente usato per tonificare lo Yang renale in tutte le sue funzioni, come, ad esempio, rinforzare le ossa attraverso il midollo osseo, curare problemi di schiena in generale, problemi neurologici (nutre il cervello e la memoria a breve termine). Inoltre, i punti del canale di Vaso Governatore che si trovano localizzati più vicini ai punti Shu della schiena potenziano l’effetto che questi hanno sui rispettivi organi e visceri.

 

Meridiano di Vaso Concezione (Ren Mai)

ren-mai-medical-thangka

DECORSO:  E’ costituito da 24 punti. Il meridiano parte dal centro del perineo tra ano e la sacca scrotale (VC 1). Sale verso l’alto, sulla parte anteriore e centrale del tronco del corpo. Attraversa il pube, gli addominali, il petto, la gola, fino a terminare sotto le labbra, in una depressione al centro del solco mento labiale (VC 24).

FUNZIONE: Ren Mai è definito mare dello Yin. Luogo di concentrazione di tutte le energie yin dell’individuo.
E’ indissolubilmente ancorato sia al canale Du Mai  che al 6° Stadio Energetico, il più profondo, lo Jue Yin
Collegato, a sua volta, in alto con il Movimento Fuoco (Cuore – Intestino Tenue) ed, in basso, con il Movimento Acqua (Rene – Vescica Urinaria).  Proprio grazie a questa sua duplice bivalenza ha un’azione specifica su tutti i problemi che in qualche modo coinvolgono uno scompenso energetico dell’organo e meridiano di Rene, sia per problematiche legate il canale e l’organo di Cuore. Quindi, nella trasformazione della Gu Qi in Sangue, all’altezza del Riscaldatore Superiore, e nella relativa diffusione del Sangue in tutto l’organismo.

Lungo il suo decorso sono situati 6 dei 12 punti Mu della parte anteriore del corpo che sono:
VC 3 –   Punto Mu Di Vescica Urinaria.
VC 4 –   Punto Mu di Intestino Tenue.
VC 5 –  Punto Mu di Triplice riscaldatore.
VC 12 – Punto Mu di Stomaco.
VC 14 – Punto Mu di Cuore.
VC 17 – Punto Mu di Ministro di Cuore.

  


 

SHIATSU ALLE PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER
ED ALTRE FORME DI  DEMENZA COSTRETTE A STARE SEDUTE

sedia-a-rotelle-e1451475837404

Cercheremo di applicare il nostro protocollo anche su persone che possono ricevere il trattamento esclusivamente su poltrone reclinabili o obbligate a ricevere il trattamento da sedute. Si tratta di rendere disponibile la zona del Du Mai ed eventualmente, per quanto praticabile, quella del Ren Mai, aiutando il ricevente, con ogni precauzione, ad esporre le parti del busto che consentano il tipo di trattamento. 

Solo nel caso di totale immobilità del ricevente, potremmo sviluppare un trattamento alternativo, tipo quello di seguito indicato.

Principalmente cercheremo di contattare i punti di apertura KI 6 e LU 7 del meridiano Yin Qiao Mai;  proseguiremo con il trattamento su l’intero Meridiano di Rene per dare sostegno e Vescicola Biliare laddove si presentassero segni di tremori e tensioni muscolari. Risalendo lungo la gamba, valutiamo la condizione di KI 6 e KI 8 e agiamo anche su SP 8, soprattutto se vi è la necessità di sostenere il jing postnatale (invecchiamento precoce). Trattiamo il decorso del meridiano passando per CV2 e CV3, a sostegno dello yin e soffermandoci sulla zona toracica (KI 21 e KI 27); risaliamo verso il viso attraversando ST 12 e ST9 e raggiungiamo BL1, punto in cui si congiunge a Yang Qiao Mai. Possiamo stimolare anche VB 20.

Nel posizionarci nella maniera più consona per la gestione del trattamento, potremmo procedere tenendo la mano sinistra poggiata sulla sua spalla e con la destra contattare la colonna e i paravertebrali, dal basso verso l’alto. Poi, spostandoci dietro il ricevente possiamo trattare le spalle, trattando le zone di Triplice Riscaldatore, Stomaco, Intestino Tenue e Vescicola Biliare.  Tratteremo. poi, tutta l’area del collo e delle spalle che solitamente risulta essere molto contratta.

Massima attenzione è da prestare al collo, ove applichereno piccoli e delicati movimenti, tenendo la fronte e cercando di rispettare i movimenti che naturalmente il ricevente riesce a eseguire.
A questo punto possiamo procedere al trattamento della testa lavorando sui meridiani previsti dal protocollo. Ci spostiamo sulle braccia, ove è possibile contattare i meridiani di Rene, Vescica Urinaria e Vescicola Biliare, per passare,  poi, anche sull’avambraccio e sulla mano. Con entrambi i palmi delle mani eseguiamo una pressione sulla parte frontale delle gambe, cercando di lavorare con il pollice il meridiano di Milza e, con i polpastrelli, il meridiano di Stomaco. Su tutta intera la gamba, quando possibile, il contatto lo cercheremo con i meridiani di Milza, Stomaco e Vescicola Biliare. Contattando i piedi, la nostra intenzione è quella di rilassare ulteriormente il ricevente.

Il trattamento può essere sviluppato anche sul meridiano Yang Qiao Mai i cui punti di apertura sono BL 62 e SI 3. Partendo da BL62, risaliamo passando per BL 61, BL 59 e GB 34, soffermandoci sulle zone (anca: GB; spalla: SI 10, LI 16 e LI 15; testa: da ST 4 a ST 2, BL 1, VG e GB 20), che maggiormente rispecchiano la situazione del ricevente. Risulta opportuno terminare sempre con un lavoro accurato su BL 1 e VB 20. Qualora siano presenti segni di calore, possiamo concludere trattando i meridiani di Stomaco e di Grosso Intestino.